Archivio della categoria Assovela

CROTONE: CAMPIONATO ITALIANO ALTURA 2019 – FINAL DAY

Ultimo giorno del Campionato Italiano Assoluto di Vela d'Altura 2019 - trofeo BPER Banca, organizzato dalla Federazione Italiana Vela insieme al Club Velico Crotone ed all'Unione Vela d'Altura Italiana, dal 16 al 20 luglio.

Ultima prova in acqua per l'assegnazione del titolo nelle acque di Crotone.
Con la regata di oggi, si chiudono le 8 prove del Campionato Italiano Altura 2019.

I risultati parlano chiaro e le poche novità in classifica confermano l'impegno di diversi equipaggi nella volontà di aggiudicarsi il titolo nazionale.
Grande soddisfazione da parte del Vela Club Crotone che è riuscito nel difficile compito di portare a casa tutte le regate in programma, nonostante le difficili condizioni meteo dei primi giorni.

Al termine dei 4 giorni di regate, ecco i risultati overall di ogni classe:

Classe 0 R: Altair 3 di Sandro Paniccia - Scuderia 50
Classe 0 C: Milù III di Andrea Pietrolucci - Mylius 14E55
Classe 1 R: Blue Sky di Claudio Terrieri - GS 43
Classe 1 C: Pazza Idea, di Pierluigi Bresciani - Arya 41.5
Classe 2 R: Guardamago II di Massimo Romeo Piparo - Italia Yachts 11:98
Classe 2 C: Morgan IV di Nicola De Gemmis - GS 39
Classe 3 R: Scugnizza di Vincenzo de Blasio - Italia Yachts 11:98
Classe 3 C: South Kensington di Massimo Licata D'Andrea - First 35
Classe 4 C: Vlag di Luca Baldino - Vismara 34

Il Trofeo "Carlo De Zerbi" per i Titoli di Campione Italiano delle Classi Regata e Crociera/Regata è stato assegnato a:
Gruppo A: Milù III di Andrea Pietrolucci
Gruppo B: Vlag di Luca Baldino
Regata (Classi A,1,2,3): Blue Sky di Claudio Terrieri

Il Trofeo "Bper Banca" messo in palio dallo sponsor al primo classificato overall del Gruppo A a Blue Sky di Claudio Terrieri ed al primo classificato overall del Gruppo B, Sugar III dell'estone Ott Kikkas.

Il Trofeo "Dei Tre Mari", messo in palio dall'UVAI, assegnato alle imbarcazioni qualificate risultate prime nelle classifiche di ciascuno dei due Gruppi, ovvero:
Gruppo A: Blue Sky di Claudio Terrieri
Gruppo B: Vlag di Luca Baldino

Quindi i Premi Uvai ai migliori armatori timonieri di ciascuno dei due Gruppi:
Gruppo A: Blue Sky di Claudio Terrieri
Gruppo B: Scugnizza di Vincenzo de Blasio

Il Campionato si è chiuso ufficialmente oggi pomeriggio alle ore 16, con la cerimonia di premiazione; alla cerimonia - che si è svolta all'interno del villaggio Magna Grecia Life Style, nel porto vecchio ed autentico polo di attrazione dell'evento - erano presenti il presidente della Federvela Francesco Ettorre, i consiglieri federali Fiv Donatello Mellina e Fabio Colella, il presidente dell'Uvai Fabrizio Gagliardi, il vicepresidente Bartolo Maugeri, il presidente del Club Velico Crotone Francesco Verri, il sindaco di Crotone Ugo Pugliese, il presidente del comitato organizzatore dell'evento sportivo Salvatore Gaetano.

Francesco Ettorre, presidente Federazione Italiana Vela:
"È stato un Campionato molto ben organizzato e sono stati gli atleti stessi a riconoscere un'organizzazione fatta bene e con tanto spirito di sacrificio. Grande accoglienza da parte della città e del Club Velico. I nostri eventi devono essere sì delle regate ma devono essere anche degli eventi per le città che li accolgono. Da questo punto di vista soddisfazione massima.
In mare alta la qualità degli equipaggi, complimenti ai vincitori ed un grazie a tutti coloro che hanno contribuito in mare ed a terra a rendere questo evento unico."

Francesco Verri, presidente Club Nautico Crotone:
"La città del vento non ci ha tradito con le sue 8 prove su 8, sono stati giorni magnifici in cui gli equipaggi si sono integrati con il Circolo ed hanno vissuto la regata a 360°. In questi anni a Crotone abbiamo organizzato importanti regate nazionali ed internazionali, questo è stato il nostro primo cimento con l'Altura, dobbiamo molto alla fiducia che ci è stata concordata da FIV e da UVAI, abbiamo cercato di ripagarla con la professionalità ed il grande impegno di tutti."

Appuntamento il prossimo anno a Gaeta per il Campionato Italiano Vela d'Altura 2020.

Classifiche complete sul sito dell'evento: www.campionatoitalianoaltura2019.it


Nessun commento

MELGES 24 EUROPEAN SAILING SERIES: BOMBARDA – DAY 2

Scarlino, 20 luglio 2019 - Il ritmo della seconda giornata di regate a Scarlino, dove la flotta Melges 24 è impegnata nella quarta frazione delle Melges 24 European Sailing Series, anche valida come Campionato Italiano Open, è dettato da una brezza da 220-225 che sfiora i 10 nodi di intensità.

Protagonista di giornata è Altea, Campione del Mondo in carica dopo il titolo conquistato in quel di Victoria (Canada) nel 2018, che con risultati parziali di 1-2-3 recupera punti importanti nella classifica generale risalendo, dopo il day 2, dal settimo al secondo posto del ranking, alle spalle solo di Maidollis, che mantiene saldamente la leadership conquistata già ieri. La top-three provvisoria è completata da Melgina di Paolo Brescia (3-8-1 i parziali di oggi).

Per Bombarda Racing di Andrea Pozzi è un'altra buona giornata: con parziali di 9-6-2, di cui il primo poi scartato come peggior risultato della serie finora, gli uomini di Pozzi occupano il quarto posto della classifica generale, lasciando del tutto aperta la sfida per il podio, che si risolverà domani con un massimo di tre prove ancora da completare.

Giulio Desiderato, coach di Bombarda Racing: "Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti finora in questa serie di regate: i ragazzi a bordo hanno dimostrato grande solidità nei piazzamenti, riuscendo a chiudere tutte le prove in top ten ed hanno saputo leggere bene sia le condizioni di vento leggerissimo di ieri, sia quelle di brezza un po' più consistente di oggi. Con tre regate ancora da completare, la classifica può cambiare rapidamente: domani si dovrà regatare con attenzione cercando di ambire ad un altro piazzamento sul podio".

A bordo di Bombarda Racing, per la stagione 2019, regatano Andrea Pozzi, Matteo Ivaldi, Stefano Ciampalini, Carlo Zermini e Nicholas Dal Ferro. L'attività del team è coordinata dal coach Giulio Desiderato.

Classifiche dell'evento di Scarlino disponibili a questo link


Nessun commento

GARDA: CONCLUSI I MONDIALI ZOOM 8

Lido di Arco (TN) - Mentre la stagione estiva sul Garda Trentino entra nel vivo, il Circolo Vela Arco ha assegnato dopo una splendida settimana di vento e sole i titoli iridati della classe ZOOM8, un singolo diffuso soprattutto tra Europa del nord e dell'est. Per gli addetti ai lavori ed appassionati italiani la scoperta di una barca usata da teenagers, robusta ed abbastanza economica, che ha richiamato moltissimi giovani così come forse non si erano mai visti dall'Estonia, Regione ancora non molto presente alle regate sul Garda Trentino. Così in questo mondiale, per cui lo staff del Circolo Vela Arco ha messo a disposizione esperienza, ospitalità e spazi sempre molto apprezzati dai regatanti, c'è stata l'occasione per ampliare la visione della vela, che ha una quantità di classi per tutte le tasche, capacità, spirito e nazioni.

Una ulteriore dimostrazione dell'importanza dell'attività dei circoli velici, che si adoperano anche per il turismo velico, creando un indotto per il territorio non da poco. È stata anche una bella settimana di regate, in cui solo il penultimo giorno il Comitato di regata FIV ha dovuto penare per portare a casa delle prove: ma la caparbietà degli ufficiali di regata e l'incredibile risorsa del Garda Trentino in termini di vento, han fatto sì che - seppure tardi - anche in condizioni di tempo complicate si riuscissero a disputare le tre regate giornaliere previste, così come sempre fatto e finire con 12 belle prove. Per la conquista del podio finale, l'inserimento del secondo scarto ed alcune proteste, hanno lasciato incertezza fino all'ultima regata. L'Estonia, la Danimarca e la Finlandia sono state le nazioni più presenti nelle primissime posizioni con la vittoria nelle due categorie maschile e femminile, rispettivamente del danese Asholm-Bradley e dell'estone Hälm, che nonostante un'ultima giornata sottotono, è riuscita a vincere con vantaggio sulla finlandese Held. Dal centinaio di regatanti di questi giorni con lo Zoom8, al Circolo Vela Arco sono attesi per i primi di agosto numeri ben più alti per la "Ora Cup Ora" della classe Optimist- regina dell'attività giovanile di base: la classica regata estiva negli ultimi anni ha toccato presenze sempre più alte, con i vincitori che si sono poi sempre distinti nei massimi Campionati di varie classi, come il fenomeno Marco Gradoni, che si è aggiudicato tre edizioni, così come i titoli mondiali vinti nella classe Optimist, primo nella storia.
Il Circolo Vela Arco è pronto a far trascorrere ai giovani velisti altre fantastiche giornate all'insegna dello sport, della natura e dell'amicizia, valori trasmessi con la vela e con l'accoglienza dei soci.

Photo gallery
You tube play list Mondiale Zoom8
Classifiche maschi
Classifiche femmine

Comitato di Regata FIV

Presidente: Carmelo Paroli
Dario Fiore Zanini
Antonio Micillo
Aldo Ferri
Ernesto Santuliana


Nessun commento

POLONIA: MONDIALI GIOVANILI CLASSI OLIMPICHE – FINAL DAY

Tre medaglie, due d'argento ed una d'oro.

È questo il bottino della spedizione italiana a Gdynia in Polonia per gli Hempel Youth Sailing Wolrd Championships 2019.

La medaglia d'oro ed il titolo di Campionessa del mondo giovanile nei Laser Radial femminili dell'azzurra Chiara Benini Floriani (FV Riva) non sono praticamente mai stati in discussione. L'atleta italiana è rimasta in testa alla classifica dal primo all'ultimo giorno e non poteva che arrivare questa medaglia d'oro come premio alla netta superiorità, dimostrata anche dai 20 punti di vantaggio dalla seconda, la spagnola Ana Moncada Sanchez, argento e dai 22 dalla terza, l'israeliana Shai Kakon, bronzo.

Dopo una grande partenza e la testa della classifica tenuta per i primi due giorni, si conclude con una medaglia d'argento il Mondiale dell'azzurro Nicoló Renna (CS Torbole) nella classe RS:X maschile. La medaglia d'oro va al francese Fabien Pianazza e quella di bronzo all'israeliano Liam Segev.

Grande rimonta nei 420 maschili della coppia azzurra formata da Demetrio Sposato (CV Crotone) e Gabriele Centrone (CV 3V) che dal 12esimo posto del primo giorno arrivano fino al secondo di oggi è si portano a casa una preziosa medaglia d'argento. Chiudono in prima posizione i neozelandesi Seb Menzies e Blake McGlashan, oro ed in terza gli israeliani Tal Sade e Noam Homri, bronzo.

Buono il settimo posto di Sofia e Marta Giunchiglia (CV Sferracavallo) nei 29er femminili. Troppo forti per tutti gli altri equipaggi le statunitensi Berta Puig e Isabella Casaretto, medaglia d'oro, che chiudono con 22 punti di vantaggio sulle seconde, le maltesi Antonia e Victoria Shultheis, argento e 24 sulle terze, le svedesi Martina Carlsson ed Amanda Ljunggren, bronzo.

La coppia azzurra dei Nacra 15 formata da Andrea Spagnolli (FV Malcesine) ed Alice Cialfi (CV Ventotene) si piazzano ottavi a soli 10 punti dal terzo posto in una classifica molto corta. Vincono l'oro gli australiani Will Cooley e Rebecca Hancock seguiti dai francesi Titouan Petard e Marion Declef, argento e dai tedeschi Silas Mühle e Levke Möller, bronzo.

Chiudono il loro Mondiale in 13esima posizione le azzurre dei 420 femminili, Carlotta e Camilla Scodnik (YC Italiano). Le statunitensi Madeline Hawkins e Yumi Yoshiyasu si aggiudicano la medaglia d'oro, le spagnole Neus Ballester ed Andrea Perelló quella d'argento e le tedesche Theresa Steinlein e Lina Plettner quella di bronzo.

Conclude la sua esperienza a Gdynia in 13esima posizione l'azzurra degli RS:X femminili Marta Monge (CN del Finale). Vince l'oro l'israeliana Linoy Geva seguita dalla russa Yana Reznikova, argento e dalla francese Heloise Macquaert, bronzo.

I norvegesi Mathias Berthet ed Alexander Franks-Penty si laureano campioni del mondo giovanile della classe 29er maschile precedendo sul podio i finlandesi Ville Korhonen ed Edvard Bremer, argento e gli australiani Archie Cropley e Max Paul, bronzo. Gli azzurri Zeno Santini e Marco Misseroni (CV Arco) terminano la settimana di Gdynia in 16esima posizione.

Nei Laser Radial maschili Matteo Paulon (YC Cannigione), dopo una settimana di alti e bassi, chiude in 13esima posizione. La medaglia d'oro va al turco Yigit Yalcin Citak seguito dall'australiano Zac Littlewood, argento e dal polacco Tytus Butowski, bronzo.

Francesco Ettorre, Presidente Federazione Italiana Vela:
"Tre medaglie sono un ottimo risultato per una squadra così giovane!
La Vela giovanile conferma di avere un livello alto, tra le prime al mondo.
Questo mondiale ci ha permesso di raccogliere indicazioni per continuare a lavorare in questa direzione. Faccio i miei complimenti ai ragazzi che hanno vinto le medaglie, alla spedizione federale tutta, capitanata da Alessandra Sensini, Direttore Tecnico giovanile, ed agli allenatori Chicco Caricato e Gigi Picciau per il grande lavoro svolto durante l'anno."

Alessandra Sensini, Direttore Tecnico FIV giovanile:
"Sono molto soddisfatta dei risultati che abbiamo ottenuto e faccio i miei complimenti ai ragazzi che hanno vinto le medaglie! L'oro nei Laser ci mancava da molto tempo e due argenti sono un ottimo risultato. Il campo di regata si è rivelato difficile, abbiamo avuto vento forte, vento leggero, condizioni sempre differenti, tecnicamente complicato da gestire. In generale, i ragazzi sono andati tutti bene anche perché siamo arrivati qui in Polonia con una squadra praticamente nuova - tranne i Nacra 15 e gli RS:X."

www.federvela.it


Nessun commento

CROTONE: CAMPIONATO ITALIANO ALTURA 2019 – DAY 3

Terzo giorno del Campionato Italiano Assoluto di Vela d'Altura 2019 - Trofeo BPER Banca, organizzato dalla Federazione Italiana Vela insieme al Club Velico Crotone ed all'Unione Vela d'Altura Italiana.

Tre prove per il terzo giorno di regate nelle acque di Crotone: buone condizioni meteo, con aria stesa tra i 10 ed i 12 nodi di intensità, per le prime tre prove quotidiane che portano a sette il totale delle regate disputate. Giova ricordare che con la 5 regata è possibile scartare il peggior risultato ed il Campionato si giocherà su un massimo di 8 prove. Classifiche quindi piuttosto definite, ma con la giornata di domani per recuperare o consolidare il vantaggio.

Ottimo lavoro per il comitato di regata che ha ben gestito le partenze ed i cambi di direzione del vento - in occasione della terza regata odierna. Partenza regolare quindi per la prima sessione alle 11:08 di questa mattina. Pochissime le variazioni nella classifica overall, ad eccezione della 3 Classe Crociera, con gli equipaggi più competitivi che rimangono in testa alle classifiche dei giorni precedenti.

Questi i risultati al termine della giornata di oggi - tra parentesi i parziali overall di oggi.

Classe 0 R: Altair 3 di Sandro Paniccia - Scuderia 50 - (15,3,1)
Classe 0 C: Milù III di Andrea Pietrolucci - Mylius 14E55 - (5,2,13)
Classe 1 R: Blue Sky di Claudio Terrieri - GS 43 - (2,4,2)
Classe 1 C: Pazza Idea, di Pierluigi Bresciani - Arya 41.5 - (3,6,3)
Classe 2 R: Guardamago II di Massimo Romeo Piparo - Italia Yachts 11:98 - (12,19,8)
Classe 2 C: Morgan IV di Nicola De Gemmis - GS 39 - (8.5,12,7)
Classe 3 R: Scugnizza di Vincenzo de Blasio - Italia Yachts 11:98 - (4,5,11)
Classe 3 C: South Kensington di Massimo Licata D'Andrea - First 35 - (10,10,5)
Classe 4 C: Vlag di Luca Baldino - Vismara 34 - (16,7,6)

Domani quindi ultima giornata che vedrà l'assegnazione dei seguenti premi: Trofeo "Carlo De Zerbi" per i Titoli di Campione Italiano delle Classi Regata e Crociera/Regata; il Trofeo "Bper Banca" messo in palio dallo sponsor al primo classificato overall del Gruppo A ed al primo classificato overall del Gruppo B ed il Trofeo "Dei Tre Mari", messo in palio dall'UVAI, assegnato alle imbarcazioni qualificate risultate prime nelle classifiche di ciascuno dei due Gruppi. Quindi i Premi Uvai ai migliori armatori timonieri di ciascuno dei due Gruppi.

Tutte le informazioni e classifiche complete sul sito dell'evento: www.campionatoitalianoaltura2019.it


Nessun commento