Archivio della categoria Assovela

INVERNALE RIVA DI TRAIANO: UN WE CHE VALE DOPPIO

Riva di Traiano, 21 febbraio 2017 - Un fine settimana con un doppio appuntamento per gli equipaggi impegnati nel Campionato Invernale di Riva di Traiano. Saranno infatti due le giornate di regata, con il sabato dedicato al recupero delle tante regate perse in questo inverno assolutamente atipico. L'appuntamento, quindi, è per sabato mattina per il briefing in Piazzetta dei Marinai.
Le previsioni sono abbastanza ottimistiche circa il vento, ma la variabilità di questi giorni non consente analisi puntuali. Il vento da est, comunque, dovrebbe arrivare, prima avvisaglia di Burian e del grande gelo previsto per i primi giorni della prossima settimana, dove la temperatura, a Riva di Traiano, dovrebbe scendere di tre gradi sotto lo zero.

E mentre il Campionato Invernale vive la sua fase decisiva, l'attenzione si è già iniziata a spostare anche su un secondo fronte, quello della "Roma per1/2/Tutti" che partirà da Riva di Traiano il prossimo 8 aprile.
"Le iscrizioni iniziano a crescere - commenta il Presidente del CNRT Alessandro Farassino - ed oltre le barche che hanno già formalizzato la propria partecipazione, ce ne sono molte che stanno per farlo. Abbiamo già, a bordo del Cookson 50 Endlessgame, Stefano Pelizza, che con Riviera di Rimini ha detenuto il record della Roma per 2 per molti anni; Giacomo Gonzi e Marzio Dotti a bordo di Prospettica, che sfideranno il Campione Italiano Offshore 2017 nella classe X2 Piercarlo Antonelli. E siamo in attesa di conoscere se Stefano Chiarotti correrà in doppio od in solitario con il suo Sunfast 3600 Lunatika. In solitario, poi, ci sono già due iscritti, Oscar Campagnola, presente fin dalla prima edizione, e la new entry Michele Cassano a bordo di un Open 60. Mi ha fatto inoltre particolarmente piacere ricevere una manifestazione di interesse da parte di Patrick Phelipon, il velista francese che parteciperà alla prossima Golden Globe Race, regata in solitario intorno al mondo da disputarsi senza elettronica a bordo. So che sta mettendo a punto la sua barca a Fiumicino e spero che riesca a venire. Sarebbe bello averlo con noi, nella nostra regata che da sempre fa l'occhiolino all'Oceano".

Ufficio Stampa: Roberto Imbastaro
Circolo Nautico Riva di Traiano
www.cnrt.it


Nessun commento

VOLVO OCEAN RACE: LOTTA ALL’ULTIMO ZEFIRO

Sulla prua della flotta ci sono le 400 miglia di vento leggero dell'ampio golfo che si estende fino a sud della Nuova Calendonia, e che sta rallentando il procedere verso la Nuova Zelanda, quando si entra nel 14 giorno della sesta tappa. La linea del traguardo di Auckland dista ancora più di 1.500 miglia e secondo le ultime previsioni meteo, non ci sono grandi speranze che il vento rifaccia la sua comparsa a breve.

Oltre a dover combattere contro gli elementi, la bonaccia ed il caldo soffocante, le battaglie si sono trasformate in duelli con le sei barche suddivise in tre coppie, ossia dei veri e propri match race oceanici. Team Sun Hung Kai/Scallywag e team AkzoNobel continuano a guidare la carica a sud, con Turn the Tide on Plastic e Team Brunel - con i due italiani Francesca Clapcich ed Alberto Bolzan- a lottare metro su metro a una cinquantina di miglia più a nord-est, ma solo una ventina di miglia rispetto al traguardo. Un posizionamento orientale che potrebbe diventare decisivo nei prossimi giorni.

Cinquanta miglia più a sud, e 75 miglia alle spalle dei leader, MAPFRE e Dongfeng Race Team proseguono alla ricerca di un ritorno, distanziati di meno di 1.800 metri. Le condizioni sono faticose e la mancanza di vento ha anche un effetto sulla stanchezza mentale dei velisti, che sono costretti a cercare una rotta che possa garantire anche il minimo vantaggio in termini di velocità rispetto agli avversari.

"È dura, va a momenti." Dice David Witt, skipper di Team Sun Hung Kai/Scallywag, che è riuscito a superare AkzoNobel ed a prendere la prima piazza. "Ci sono ancora due giorni così, non credo che dormiremo molto." La causa dell'enorme bolla di bonaccia è una profonda tempesta, Gita, che attualmente sta colpendo l'isola sud della Nuova Zelanda e che ha bloccato gli alisei, dando vita a Doldrum di proporzioni epiche. Ai team non resta altro che sperare di trovare la rotta migliore verso sud, approfittando dei venti locali, ed incrociare le dita.

L'incertezza e la frustrazione è di tutti...

"Sembra che stiamo correndo tre match race, non siamo sicuri di chi sta correndo le finali, le semifinali o chi corre per la medaglia di legno." Ha detto scherzosamente la skipper di Turn the Tide on Plastic, Dee Caffari. Il suo collega Bouwe Bekking, dalla vicina Team Brunel, ha aggiunto: "A volte pensiamo che il nostro sia lo sport più bello, ma in giornate come questa credo che la maggioranza dei velisti pensi anche che sia lo sport più stupido del mondo."

A molto parziale consolazione, i team non sono soli nella battaglia contro la bonaccia, la zona è così ampia che ha inghiottito tutte e sei le barche. "Fin dalla partenza siamo stati insieme a Dongfeng, ed oggi è ancora così, siamo ad un miglio l'uno dall'altro." Ha spiegato lo skipper di MAPFRE Xabi Fernández. "Questa mattina abbiamo avuto un po' di nuvole ed abbiamo perso circa quattro miglia ma ora siamo tornati sotto. È molto difficile passarli e per loro è dura passare noi. Almeno ci facciamo compagnia."

La chiave per la salvezza sarà entrare nel nuovo vento per primi, ma quale coppia lo troverà per primo resta ancora da vedere.

www.volvooceanrace.com


Nessun commento

PROTAGONIST 7.50, GRANDI NOVITÀ PER IL 2018

Con l'Assemblea degli Armatori svoltasi a Salò, prende il via la Stagione 2018 della Classe Protagonist 7.50 che si annuncia densa di impegni e novità. La flotta sarà impegnata sui campi di regata da Marzo ad Ottobre contendendosi quattro titoli distribuiti su un calendario di 13 eventi e per un totale di 23 giorni di regata.

Un calendario agonistico ricco e variegato dunque, con molte conferme ed importanti novità. Alle tradizionali regate suddivise tra i circuiti Sailing Series, Long Distance e Campionato Nazionale, si aggiunge il Trofeo Protagonist nella sua prima edizione e che prevede scontri diretti tra equipaggi simili ai Match Race con la formula della regata arbitrata e delle proteste risolte direttamente in acqua (addendum Q). La stessa formula, novità assoluta nella monotipia gardesana, è stata già sperimentata dalla Classe Protagonist nelle regate del campionato invernale e, visti gli ottimi riscontri da parte dei regatanti, verrà applicata anche al Campionato Nazionale che quest'anno si terrà a Malcesine.

Il calendario in dettaglio:
Circuito Sailing Series - 6 eventi
In palio il trofeo per il migliore equipaggio nelle regate a bastone partendo il 10 Marzo da Salò con il Trofeo Maurizio Brunelli. Seguiranno poi le classiche rappresentate dal Trofeo Pasqualin organizzato dal Y.C. Acquafresca, il Trofeo Avesani a Castelletto di Brenzone, la Gentlemen's Cup a Gargnano, il Trofeo Protagonist (con punteggio finale che vale doppio), la storica Salò Sailing Meeting, ritornando nuovamente a Castelletto di Brenzone per la tradizionale Final Race con punteggio doppio.

Circuito Long Distance - 5 eventi
Sono previsti 5 appuntamenti rappresentati dal Trofeo Bianchi (25 Marzo), la nuova Regata delle Isole (7-8 Luglio), il Trofeo Gorla (2 Settembre), la classicissima Centomiglia del Garda (8 Settembre), terminando il 14 Ottobre a Salò-Gargnano con la Regata dei Tre Campanili/Odio.
.
Campionato Nazionale - dal 07 al 10 Giugno
Rappresenta l'evento culmine della Stagione 2018 e si svolgerà a Malcesine ospite della Fraglia Vela Malcesine. Tre giorni di regata che vedranno impegnata tutta la flotta per assegnazione, al migliore equipaggio, del Titolo di Campione Nazionale anno 2018.

Trofeo Protagonist 1ª Edizione
Inserito nel circuito Sailing Series ed in programma a Salò 23 e 24 giugno, il Trofeo Protagonist sarà una sorta di rivincita del Campionato Italiano disputato due settimane prima ma con una formula diversa. Due giorni di scontri caratterizzati da prove molto brevi che vedono gli equipaggi impegnati in continue manovre dove conta l'affiatamento e la capacità di essere sempre concentrati. Questa formula che unisce regate veloci e di flotta richiede tante caratteristiche diverse per vincere, dalla tattica alla tecnica fino ad una buona conoscenza delle dinamiche proprie del match race.

Come ogni anno, sia per Sailing Series che per Long Distance, sarà stilata la classifica dedicata agli Armatori Timonieri. Sarà inoltre sperimentata la Protagonist Sailor League con una classifica dedicata ad ogni singolo regatante indipendentemente dal suo ruolo.

Associazione Italiana Classe Protagonist 7.50
www.classeprotagonist.it

www.facebook.com/classeprotagonist

Nessun commento

COPPA CARNEVALE TROFEO CITTÀ DI VIAREGGIO AL VIA

Viareggio. Al Club Nautico Versilia stanno proseguendo i preparativi in vista della 44° Coppa Carnevale - Trofeo Città di Viareggio, il tradizionale appuntamento riservato alla Vela d'Altura, che, organizzato dal sodalizio presieduto da Roberto Brunetti con la Lega Navale Italiana sez. di Viareggio ed il prezioso supporto della Capitaneria di Porto di Viareggio, si svolgerà sabato 3 e domenica 4 marzo nello specchio acqueo antistante il porto viareggino. In accordo con la Fiv e l'Uvai, le imbarcazioni ORC Standard, ORC Club, Minialtura e Open saranno grandi protagoniste di quattro coinvolgenti regate. Sabato mattina, dopo il briefing per gli equipaggi (ore 9), prenderanno il via le prime prove (ore 11) che proseguiranno anche nella giornata seguente. Le regate saranno corse su percorso bolina-poppa per le classi ORC, Minialtura e Open e non ne potranno essere disputate più di due al giorno.
La piacevole novità di quest'anno è l'abbinamento con la seconda edizione del concorso fotografico "Vela e Foto in Versilia", l'iniziativa che invita a raccontare, attraverso immagini fotografiche, lo spirito della gara e del navigare a vela, documentando tutte le fasi della regata, il proprio equipaggio, la propria barca o le altre partecipanti.
"Le foto, in formato digitale, potranno essere scattate con qualsiasi apparecchio (macchina fotografica, smartphone, ecc.) e dovranno essere realizzate durante le regate di sabato 3 marzo, dal momento del briefing di partenza all'ancoraggio- ha spiegato il direttore artistico di Firenze Festival Stefano Angiolini che ha presieduto la Giuria composta anche dai fotografi professionisti Gianluca Moggi di New Press Photo e Tommaso Angiolini, dal Direttore Sportivo del Club Nautico Versilia Danilo Morelli e dal Presidente della LNI sez. Viareggio Domenico Mei -Andare a vela è una forma d'arte ed anche in questa seconda edizione più della qualità tecnica, che comunque sarà valutata, daremo più rilevanza alla forma artistica ed emozionale oltre che all'attinenza al tema. Ad ogni foto presentata daremo un punteggio che determinerà la classifica finale della regata. Al rientro all'ormeggio, entro 15 minuti, ogni equipaggio ci presenterà una foto scelta tra quelle che avrà scattato durante la regata. Le foto scelte saranno scaricate direttamente sul nostro computer alla presenza del concorrente od inviate tramite mail (cnvvela@gmail.com) o whatsapp al numero che sarà comunicato al momento del briefing indicando il nome della barca. Le fotografie non potranno essere in alcun modo rielaborate con programmi specifici al computer pena l'esclusione della barca concorrente."
Nel tardo pomeriggio di sabato, presso il Club Nautico Versilia, verrà organizzata una spaghettata per gli equipaggi al termine della quale saranno proiettate tutte le foto -che in seguito saranno anche pubblicate sul sito degli Organizzatori- e proclamate le vincitrici di ogni categoria. La prima edizione di questo graditissimo concorso -abbinata alla Regata d'Inverno 2017- era stata vinta dallo scatto di Elena Pacini Battaglia (Orc Mi Garba) seguita dalle foto dell'equipaggio di Bahia e di Telepatia.
La cerimonia conclusiva e la premiazione dei primi classificati di ciascuna Divisione, Classe e Raggruppamento, invece, si svolgerà domenica alle ore 17 nelle sale del Club Nautico Versilia.
Dal 24 febbraio al 10 marzo le imbarcazioni partecipanti alla Coppa Carnevale - Trofeo Città di Viareggio saranno ospitate gratuitamente all'interno del Porto di Viareggio dal CN Versilia e dalla LNI Viareggio. Le Istruzioni di Regata saranno a disposizione dei concorrenti dalle ore 19 di venerdì 2 marzo mentre il bando e il modulo d'iscrizione della 44° Coppa Carnevale - Trofeo Città di Viareggio ed il regolamento del concorso fotografico "Vela e Foto in Versilia" sono scaricabili dal sito www.clubnauticoversilia.it

Ufficio stampa: Paola Zanoni
Club Nautico Versilia
www.clubnauticoversilia.it


Nessun commento

VOLVO OCEAN RACE: COMPRESSIONE AL VERTICE

Mentre team AkzoNobel e Scallywag sono stati fermati da un'area di vento leggero, gli inseguitori ne avevano 10/15 nodi. Un vento che ha permesso loro di riavvicinarsi molto, tanto che il distacco fra la prima e l'ultima barca si è dimezzato in 24 ore. Tuttavia, gli ultimi due rilevamenti delle posizioni sono stati più clementi con i leader, che hanno mantenuto i nervi saldi ed incrementato il loro margine. Alle ore 14 Sun Hung Kai Scallywag aveva poco meno di 3 miglia su AkzoNobel ed entrambe le barche avevano una velocità fra i 10 e i 12 nodi, mentre team Brunel, con cui corre anche l'italiano Alberto Bolzan, in terza piazza a poco più di 19 miglia faceva registrare solo 2 nodi di velocità. Come ci hanno dimostrato gli ultimi giorni, quella in cui si trova ora la flotta è una zona dove le condizioni possono essere molto locali e rimanere in una bolla di bonaccia, sotto una nuvola può costare molto caro.

"È stressante quando senti il fiato caldo delle altre barche sul collo." Ha spiegato Annemieke Bes da bordo di Scallywag. "Ma credo che ce la siamo cavata. È un grande sollievo." Seduto in coperta di fianco a lei, lo skipper David Witt ha ammesso che: "Sembravo un bambino che faceva i capricci." Mentre gli inseguitori si avvicinavano. "È la norma." Ha concluso con un sorriso Annemieke Bes.

In coda alla flotta la reazione al recupero notevole delle ultime 24 ore è stata relativamente tranquilla, vista la distanza che ancora separa le barche dal traguardo di Auckland. "Abbiamo guadagnato tanto ad ogni rilevamento." Ha spiegato Blair Tuke da bordo di MAPFRE. "Ma gli ultimissimi per noi non sono stati tanto buoni. Ci siamo fermati sotto una nuvola e sia noi che Dongfeng abbiamo dovuto girarci intorno. Ci muoviamo ancora ma non verso il traguardo quindi loro (i leader) hanno guadagnato in realtà. Ora abbiamo un distacco di una novantina di miglia. Meglio che 300, però..."

La buona notizia per chi si trova ad inseguire è che la conclusione è ancora lontana. I navigatori parlano di una striscia di vento leggero e variabile che si estende per oltre 400 miglia. Se questo scenario fosse vero, ci saranno ancora molti momenti carichi di stress ma anche molte opportunità da cogliere per scombussolare la graduatoria. "Siamo ancora in una zona dove ci sono tante nuvole." Ha detto con cautela la brasiliana Martine Grael da bordo di team AkzoNobel, che continua a battagliare con Scallywag per la leadership ed ora, anche con team Brunel. "Potemmo ancora fermarci e potrebbero riprenderci tutti... Bisogna farci i conti. Fa parte del gioco".

La pressione psicologica è sempre alta, si spera che Eolo faccia la sua parte.

www.volvooceanrace.com


Nessun commento