Archivio della categoria Giovanni Soldini

Una violenta tromba d’aria ha causato danni a Maserati Multi 70

Una violenta tromba d’aria ha investito la zona del cantiere, vicino a Marina di Carrara, provocando enormi danni a Maserati Multi 70. Il vento ha sollevato il trimarano facendolo uscire dall’invaso e l’ha scagliato a terra a metri di distanza.

Giovanni Soldini commenta: “Questi eventi meteorologici così violenti, che causano danni gravissimi, sono collegati alla temperatura elevata dell’acqua del Mediterraneo e sono sempre più frequenti. L’emergenza climatica è sotto gli occhi di tutti, per limitare le conseguenze dobbiamo agire ora.”

Il giorno successivo, il Team ha sollevato Maserati Multi 70 con una gru e l’ha rimessa sulle selle, poi ha iniziato delle analisi con ultrasuoni per trovare i punti che hanno subito degli urti e ha iniziato a lavorare per rimettere in sesto il trimarano.

Nessun commento

GIOVANNI SOLDINI A LISBONA PER LA UN OCEAN CONFERENCE

Si è aperta a Lisbona la Conferenza delle Nazioni Unite sull’Oceano, ospitata da Portogallo e Kenya per sostenere l’attuazione dell’obiettivo 14 dell’Agenda 2030, vale a dire conservare e gestire in modo sostenibile l’oceano e le risorse marine.
Di fronte all’inarrestabile aumento delle temperature, all‘impoverimento della biodiversità, a un inquinamento le cui stime indicano che la plastica potrebbe superare tutti i pesci dell’oceano nel 2050, occorre disegnare e attuare progetti comuni di protezione e tutela dei mari senza perdere un minuto. Esperti di scienza e tecnologia, così come rappresentanti della sfera economica, governativa e della società civile, rispondono a questa convocazione, con l’obiettivo di avanzare risposte e soluzioni concrete che contribuiscano a mitigare la crisi climatica e l’assedio dell’oceano.

 

THE OCEAN RACE RELAY4NATURE BATON

A fianco di IOC-UNESCO nell’ambito del programma del Decennio delle Scienze del Mare per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (2021-2030), Giovanni Soldini ha raggiunto Lisbona a bordo del trimarano Maserati Multi70 insieme a una delegazione del Team Malizia di Pierre Casiraghi e Boris Herrmann rappresentata da Holly Cova, Lucia Nebrada e Helene Katz, con l’obiettivo di incoraggiare ulteriormente ed essere parte del grande cambiamento di rotta planetario che affronteremo in rapida progressione entro il 2030.
All’arrivo a Lisbona, l’equipaggio speciale ha ricevuto il testimone della Relay4Nature da Richard Brisius, Race Charmain di The Ocean Race. L’OCEAN RACE RELAY4NATURE BATON collega simbolicamente le conferenze sull’ambiente mentre viaggia in tutto il mondo e passa tra le mani di leader, innovatori e sostenitori dell’oceano, dando all’oceano una voce sulle questioni critiche che il pianeta deve affrontare. Su Maserati Multi70, il testimone raggiungerà Genova, dove la Ocean Race si concluderà tra un anno. Tappa seguente: New York, in occasione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a settembre.
II team di Maserati Multi70 e Malizia, da sempre alleati nella tutela e lo studio di soluzioni per la salvaguardia dell’oceano, hanno adottato nell’equipaggiamento di bordo l’OCEAN PACK, uno strumento in grado di analizzare la CO2 presente nella superficie marina, con la volontà di contribuire ad ampliare il bacino di dati messi al servizio della scienza per il monitoraggio della salute dei mari.

 

Che cos’è L’OCEAN PACK

L’OCEAN PACK (SubCtech) è una macchina di fabbricazione tedesca che pompa acqua di mare in un circuito, la filtra attraverso una membrana ed estrae CO2 dall’acqua. L’anidride carbonica viene quindi misurata dal sistema che attraverso diversi sensori consente di analizzare anche temperatura, salinità e connettività dell’acqua. Una volta raccolti, i dati vengono stoccati in una card SD e inviati al computer centrale di bordo, l’acqua invece viene reimmessa in mare. Maserati Multi70 è il primo trimarano da competizione equipaggiato di Ocean Pack, lo stesso di cui è dotato anche il Team Malizia.

“Il fatto che una barca da corsa che percorre così tante miglia possa in qualche modo contribuire ad aiutare la comunità scientifica a capire meglio cosa succede in mare, è prezioso” commenta Giovanni Soldini, “dobbiamo agire ma non possiamo procedere se non educandoci, studiando, osservando e mappando i meccanismi che regolano l’oceano. Sarebbe bello che una flotta sempre più grande si unisse alla ricerca accelerando i progressi della conoscenza e dell’azione collettiva”.

Nessun commento

Maserati Multi70 e Giovanni Soldini conquistano la line honours della Tre Golfi

Alle 17:08 ora locale di domenica 15 maggio, con un tempo reale di 22 ore e 38 minuti, Giovanni Soldini e l’equipaggio di Maserati Multi70 tagliano per primi il traguardo della 67a edizione della Regata dei Tre Golfi, organizzata dal Circolo Remo e Vela Italia con il patrocinio della FIV e in collaborazione con Yacht Club Italiano, Reale Yacht Club Canottieri Savoia, IMA, ORC, UVAI, AIVE.

A condividere il grande risultato insieme a Soldini, l’equipaggio di 6 velisti composto da Guido Broggi, Oliver Herrera Perez, Thomas Joffrin, Francesco Pedol, Alberto Riva, Gianluigi Ugolini.

“E’ stata una regata davvero bellissima e per prima cosa vorrei fare i complimenti a tutto l’equipaggio di Mana da parte di tutta la squadra di Maserati Multi70. I nostri avversari sono stati proprio forti e ci hanno dato filo da torcere. Ci siamo alternati al comando della flotta per quasi tutta la gara. Il vento era poco e le insidie erano tante. La situazione si è decisa nel canale di Capri dove tenendoci più alti abbiamo guadagnato un vantaggio che poi ci ha permesso di tagliare il traguardo in testa. Una grande emozione, una grande soddisfazione!”

Con queste parole Giovanni Soldini commenta il risultato pochi minuti dopo l’arrivo a Capri, che insieme alle isole di Procida, Ischia, Ventotene, Ponza e Li Galli è stato lo spettacolare scenario di un duello tattico con l’avversaria Mana di Roberto Pavoncelli (skipper Paul Larsen). I due trimarani, in assetto MOD 70, hanno navigato affiancati per quasi tutto il percorso di 150 miglia nei tre golfi di Napoli, Gaeta e Sorrento.

La regata, per la classe dei multiscafi è partita il 14 maggio 2022 alle ore 18:30 ora locale dalla rada di Santa Lucia davanti Castel dell’Ovo. La navigazione, fin dalla linea del via ha sfidato un sistema di alta pressione caratterizzato da calme piatte e regimi di brezza.

Proprio a causa della prevalenza di venti leggeri, il percorso dei multiscafi che inizialmente avrebbe dovuto estendersi fino a Santa Maria di Castellabate, è stato riadeguato dal Comitato di regata e allineato alla rotta tradizionale, con ultima boa a Li Galli.

Maserati Multi70 ha partecipato alla TRE GOLFI per la prima volta.

Nessun commento

Maserati Multi70 arriva in prima posizione alla Tre Golfi

Giovanni Soldini e il Team di Maserati Multi70 sono arrivati a Capri alle 17.08 ora locale, concludendo la Regata dei Tre Golfi al primo posto. L’equipaggio ha navigato lungo il percorso di circa 150 miglia in meno di 23 ore, stando sempre con meno di un miglio di vantaggio sul loro avversario Mana di Riccardo Pavoncelli, con skipper Paul Larsen.

A bordo con Soldini: Guido Broggi, Oliver Herrera Perez, Thomas Joffrin, Francesco Pedol, Alberto Riva, Gianluigi Ugolini.

 

Nessun commento

Maserati Multi70 prende il via per la Regata dei Tre Golfi

È partita la 67esima edizione della Regata dei TRE GOLFI, organizzata dal Circolo Remo e Vela Italia con il patrocinio della FIV e in collaborazione con Yacht Club Italiano, Reale Yacht Club Canottieri Savoia, IMA, ORC, UVAI, AIVE. Da regolamento, i due multiscafi in gara hanno tagliato la linea di partenza con un’ora di anticipo sul resto della flotta.

Giovanni Soldini e l’equipaggio di Maserati Multi70, affronteranno il rivale Mana di Riccardo Pavoncelli con skipper Paul Larsen, in assetto MOD 70 attraversando i golfi di Napoli, Gaeta e Sorrento e navigando tra le isole di Procida, Ischia, Ventotene, Ponza con linea di arrivo a Capri.
A causa della prevalenza di venti leggeri che accompagnerà tutta la regata il percorso dei multiscafi che inizialmente avrebbe dovuto estendersi fino a San Marco di Castellabate, è stato riadeguato dal Comitato di regata e allineato alla rotta tradizionale, con ultima boa a Li Galli.

“Le condizioni non sono delle migliori” ha dichiarato Giovanni Soldini prima della partenza: “Con poco vento ogni metro diventa prezioso e la regata è molto tattica. Sarà lunga e combattuta”.

Maserati Multi70 partecipa alla TRE GOLFI per la prima volta. In questa regata, Giovanni Soldini sarà accompagnato da un equipaggio di 6 velisti: Guido Broggi, Oliver Herrera Perez, Thomas Joffrin, Francesco Pedol, Alberto Riva, Gianluigi Ugolini.

Nessun commento