Archivio della categoria Bolina news

Genova: agli Incontri in Blu arriva Laura Dekker

Dopo la pausa estiva il 24 settembre riprendono gli Incontri in Blu al Galta Museo di Genova, la rassegna ideata per promuovere la cultura del mare che vede sul palco, a raccontare la loro storia e rispondere alle domande del pubblico, donne e uomini che hanno un rapporto particolare con la grande distesa di acqua salata che circonda la Terra. Questa volta la protagonista è Laura Dekker, la velista olandese (con cittadinanza neozelandese e naturalizzata tedesca) che a 15 anni, dal 2010 al 2011 ha effettuato il giro del mondo a tappe, in solitario. L'incontro si tiene alle ore 19 alla terrazza del Galata, con ingresso gratuito fino a esaurimento posti, e sarà trasmesso in diretta su Youtube e Facebook. Si proseguirà il 1° ottobre con Leonardo Ferragamo, presidente dei cantieri Nautor's Swan mentre il 15 sarà la volta di Mariella Bottiglieri, armatrice della Giuseppe Bottiglieri Shipping di Napoli. 

Nessun commento

Sul lago di Garda si “vola” con la Foiling Week Regatta

Sul lago di Garda è l'ora delle barche “volanti” con la Foiling Week Regatta, evento internazionale dedicato alla sempre più numerosa comunità di velisti che amano navigare alzandosi  sulla superficie dell'acqua. Quest'anno la manifestazione si svolge da 17 al 20 settembre  con un programma di regate, incontri, forum e esposizione di barche e attrezzature. Per mantenere le distanze, secondo i protocolli sanitari anti Covid-19, l'organizazione del Fraglia Vela Macesine ha suddiviso campi di regata ed eventi in diverse località e circoli. Il Fraglia vela ospita la MAX Moth Regatta, le regate Waszp e dei Persico 69f mentre, in collaborazione con World Match Racing Tour, si svolge un match race dimostrativo per ragazzi a bordo dei10 Piedi Pocket Foiler. Al Circolo Vela Arco si disputano invece le regate dei multiscafi e nelle acque antistanti il Kite Club Malcesine si ritrova la flotta dei Wing Foil che in questa occasione disputa il primo Campionato Italiano Wing Foil Tour.

Negli stessi giorni si svolge il "Gurit Forum", trasmesso in diretta streaming sui canali Facebook e YouTube di Foiling Week. All'interno degli incontri progettisti, costruttori ed esperti discutono delle ultime novità tecniche, di accessibilità e sicurezza. Per chi volesse avvicinarsi al mondo dei foil c'è poi il "Learn to Fly", un corso di 90 minuti tenuto da allenatori professionisti a bordo delle classsi Rs Aero Foiling, foil windsurf e Laser foiling. A chi volesse solo provare è riserbvato il "Foiling Tasting", “battesimo del volo” di 20 minuti su un Waszp. Richiede resistenza e abilità il "Foil Pumping Contest", nel quale i partecipanti su di una tavola foil senza vela ma con la sola forza delle gambe devono cercare di stabilire il miglior tempo di percorrenza lungo un percorso di 100 metri. Spazio è riservato anche alle ultime novità in fatto di barche, attrezzature e accessori all'interno del "Foiling Expo" con la presenza, tra l'altro, dei rivenditori e progettisti di BeFoil, 10’ Pocket Foiler, Waszp e Candela powered by Torqeedo. Il programma "Foiling Boat Trials" permette inoltre a tutti i velisti di provare le barche esposte con l'assistenza da vicino di un gommone e un istruttore.

L'edizione 2020 della Foiling Week sposa anche la causa di Enrico “Chico” Forti, l'ex campione di windsurf recluso in un carcere della Florida da più di vent’anni, condannato all’ergastolo per un delitto per il quale si è sempre professato innocente. I partecipanti che voglio aderire alla campagna per chiedere l'estradizione di Chico possono lasciare la propria testimonianza facendosi una foto con le mani che indicano il simbolo “4C”(4 Chico) e condividerla sui propri social con l'hashtag #sail4chico.

Nessun commento

Sul lago di Garda si “vola” con la Foiling Week

Sul lago di Garda è l'ora delle barche “volanti” con la Foiling Week, evento internazionale dedicato alla sempre più numerosa comunità di velisti che amano navigare librandosi sulla superficie dell'acqua. Quest'anno la manifestazione si svolge da 17 al 20 settembre  con un intenso programma di regate, incontri, forum e esposizione di barche e attrezzature. Per mantenere le distanze, secondo i protocolli sanitari anti Covid-19, l'organizzazione del Fraglia Vela Macesine ha smistato campi di regata ed eventi in diverse località e circoli. Fraglia Vela ospita la MAX Moth Regatta, le regate Waszp e dei Persico 69f mentre, in collaborazione con World Match Racing Tour, si svolge un match race dimostrativo per ragazzi a bordo dei10 Piedi Pocket Foiler. Al Circolo Vela Arco si disputano invece le regate dei multiscafi e nelle acque antistanti il Kite Club Malcesine si ritrova la flotta dei Wing Foil che in questa occasione disputa il primo Campionato Italiano Wing Foil Tour.

Negli stessi giorni si svolge l'atteso "Gurit Forum", trasmesso in diretta streaming sui canali Facebook e YouTube di Foiling Week. Qui progettisti, costruttori ed esperti del settore discutono delle ultime novità tecniche, di accessibilità e sicurezza. Per chi volesse avvicinarsi al mondo dei foil c'è poi il "Learn to Fly", un corso di 90 minuti tenuto da allenatori professionisti a bordo delle classsi Rs Aero Foiling, foil windsurf e Laser foiling. Per provare il "battesimo del volo" c'è invece il "Foiling Tasting", “una prova di 20 minuti su una deriva Waszp. Richiede resistenza e abilità il "Foil Pumping Contest", nel quale i partecipanti su di una tavola foil, senza vela ma con la sola forza delle gambe, devono cercare di stabilire il miglior tempo di percorrenza lungo un percorso di 100 metri. Spazio è riservato anche alle ultime novità in fatto di barche, attrezzature e accessori all'interno del "Foiling Expo" con la presenza, tra l'altro, dei rivenditori e progettisti di BeFoil, 10’ Pocket Foiler, Waszp e Candela powered by Torqeedo. Il programma "Foiling Boat Trials" permette inoltre a tutti i velisti di provare le barche esposte con l'assistenza da vicino di un gommone e un istruttore.

L'edizione 2020 della Foiling Week sposa anche la causa di Enrico “Chico” Forti, l'ex campione di windsurf recluso in un carcere della Florida da più di vent’anni, condannato all’ergastolo per un delitto per il quale si è sempre professato innocente. I partecipanti che vogliono aderire alla campagna per chiedere la sua estradizione possono lasciare la propria testimonianza facendosi una foto con le mani che indicano il simbolo “4C”(4 Chico) e condividerla sui propri social con l'hashtag #sail4chico.

Nessun commento

Udine: il ciclone che minaccia la Grecia

Le immagini hanno già fatto il giro dei Social. In particolare nei gruppi interessati al diporto nautico: al largo della costa libica si è sviluppato Udine, depressione meteorologica con caratteristiche subtropicali che ora sta attraversando lo Ionio Meridionale e con venti di intensità attorno ai 50 nodi, punta sulla Grecia occidentale, dove è atteso per venerdì. Ma forti mareggiate si avranno certamente anche nei mari a Sud di Sicilia e Calabria, regioni già interessate in questi giorni da forti temporali.
 
Alcuni lo chiamano "Medicane" (mediterranean hurricane), altri "TLC" (Tropical Like Cyclone): non è un evento così raro in Mediterraneo specie nei mesi autunnali. Nel 2014 c'è stato Qendresa, nel 2017 Numa, nel 2018 Zorbas, ma Udine, con la sua struttura compatta appare più minaccioso. Alcuni media annunciano venti fino a oltre 100 nodi, come quelli di un uragano di categoria 3. Ma i modelli matematici sembrano prevedere un'intensità media di 60 nodi e raffiche attorno agli 80 nodi. Udine dovrebbe raggiungere l'apice della sua intensità venerdì 18 in Grecia, per poi regredire progressivamente dal 20 nella sua rotta di ritorno verso la Liba. Tra il 21 e il 22 dovrebbe essere completamente dissipato.
 
"Udine" non è l'ennesimo epiteto fantasioso inventato dai media scandalistici per generare clamore e acchiappare qualche click in più, ma il nome attribuitogli dall’Università di Berlino, l’ente preposto a denominare i vari sistemi perturbati in Europa. Lo stesso fenomeno è stato battezzato “Ianos” in Grecia e “Cassilda” dal Mediterranean Cyclone Center.

Nessun commento

A Follonica il Cico assegna i titoli italiani

È tutto pronto a Follonica per il Cico, i Campionati Italiani delle Classi Olimpiche in programma dal 17 al 20 settembre. L'evento è molto atteso, si tratta infatti di una delle principali manifestazioni della vela azzurra, che assegna in un'unica località il titolo nazionale per ognuna delle 10 classi veliche ammesse alle Olimpiadi, alle quali quest'anno si aggiungono la Formula Kite e la nuova tavola a vela iQfoil, prossime discipline olimpiche da Parigi 2024 e anche i 2.4 mR e gli Hansa 303 in singolo e in doppio. Cinque i campi di regata predisposti dagli organizzatori (la Lega Navale di Follonica, il Club Nautico Scarlino e il Club Nautico Follonica) dove sono attesi 350 atleti su 290 imbarcazioni. Una distesa di vele che conta sulla presenza dei più forti atleti italiani e anche di molti stranieri, tra i quali tanti campioni mondiali e olimpionici. Come le greche Maria Bozi e Rafalina Klonaridou, oro olimpico nei 470, il brasiliano Robert Scheidt, una delle stelle dei Laser Standard o l'irlandese Annalise Murphy, medaglia d'argento nel Laser Radial ai Giochi di Rio 2016.

Rigorose le misure di protezione sanitaria e il potenziamento dell'arbitraggio con 40 unità in mare, 30 ufficiali di regata e centinaia di volontari. Le regate sono in programma da giovedì 17 a domenica 12 da mezzogiorno sullo specchio di mare che va da Torremozza a Puntone di Scarlino: da Nord a Sud ci saranno il campo dei doppi 470 maschili e femminili insieme al singolo Finn, il campo dei Kite e dei windsurf; davanti alla spiaggia che ospita la sede della LNI il campo delle classi più numerose: Laser Standard maschile e Laser Radial femminile; più a Sud il campo delle classi in doppio acrobatico 49er maschile e 49er FX femminile e del catamarano misto foiling Nacra 17; infine verso il porto del Puntone il campo delle due classi Parasailing 2.4 mR e Hansa 303.

Nessun commento