Il Mondiale Offshore debutta nel 2020 a Malta


Mancano sia la barca che la formula, ma non la data del prossimo World Sailing's Offshore Championship organizzato da dalla Federazione Mondiale della Vela. La competizione è stato deciso infatti che si svolgerà nell'ottobre del 2020 a Malta, in concomitanza con la Middle Sea Race, il giro della Sicilia di 600 miglia con partenza e arrivo a La Valetta. Il campionato sarà la prima prova internazionale della nuova barca candidata a essere una delle nuove classi olimpiche che debutterà ai Giochi di Parigi del 2024: un doppio misto d'altura su scafo a chiglia. Manca ancora però il via libera definitivo del Cio, il Comitato Olimpico, così come non è stata ancora decisa la barca. Il nuovo evento nasce quindi all'insegna del mistero, che riguarda anche il percorso visto che non si sa se sarà lo stesso di quello della regata maltese o soltanto una parte. Le uniche certezze sono la composizione mista dell'equipaggio (un uomo e una donna) e che le nazioni ammesse alla regata saranno venti (sconosciuto anche il criterio di selezione).

«Il campionato 2020 – ha comunque dichiarato il presidente di World Sailing Kim Andersen – è il primo passo per i velisti offshore che aspirano a competere alle Olimpiadi di Parigi 2024 e ci aspettiamo un severo test per i team in un campo da regata offshore di fama internazionale».  La regata inizialmente era prevista per il 2019, ma non essendo stata scelta la barca né decise le modalità di qualificazioni, World Sailing ha deciso di posticipare il debutto per avere maggior tempo per decidere le regole e permettere alle federazioni nazionali di selezionare e prepare gli equipaggi.

I commenti sono chiusi.