Contributi Fiv per nuove derive


Le barche costano. Anche le piccole derive. E questo è da sempre uno dei freni allo sviluppo della nautica e anche dell'attività agonistica. Ben vengano così contributi per il loro acquisto come quelli appena varati dalla Fiv. La Federazione Italiana della Vela ha messo infatti a  disposizione dei soldi a favore di circoli e atleti per l'acquisto di nuovi scafi. Il progetto chiamato ”Piano sviluppo del Territorio” consiste in un finanziamento di oltre 100.000 euro per comprare 108 barche delle classi 420, 29er, Techno 293/RS:X, Kite, Laser 4.7/Radial, 555FIV, RsFeva, L'Equipe, Hobie Cat 16 e Dragoon. Possono chiederlo tutti gli iscritti alla Fiv inviando le domande con posta certificata (pec) dal 25 febbraio al 25 aprile all'indirizzo e-mail. La selezione viene eseguita in base all'ordine di arrivo; inoltre le derive acquistate con il contributo devono partecipare ad almeno il 50 per cento dell'attività agonistica della stagione 2017 e non possono essere vendute prima dei due anni, a meno di un parere favorevole della Fiv stessa. Il numero dei contributi e il loro ammontare per ogni singola classe, nonché il dettaglio dei criteri richiesti, sono disponibili al seguente link

I commenti sono chiusi.