Archivio della categoria Bolina news

I musei del mare approdano online

I musei del mare e della marineria italiani fanno rete. È approdato online in questi giorni il Museo Navigante, un progetto per valorizzare il nostro patrimonio culturale marittimo. Promosso dal MuMa Galata di Genova, dal Museo della Marineria di Cesenatico, dall'associazione La Nave di Carta e dall'Associazione Musei Marittimi del Mediterraneo, il sito riunisce 58 strutture museali pubbliche e private italiane divise per regione, oguna con schede e foto dei tesori che custodiscono.
I musei sono catalogati per quattro grandi categorie:  storico-navale, archeologico, naturalistico ed etnografico. Si va dall'antico Museo San Martino di Napoli, al recente Museo dei Fari aperto nel bastione napoleonico sull'isola del Tino (Sp) lo scorso settembre, passando per il museo della Cantieristica di Trieste, il Museo Storico Navale di Venezia, quello delle Antiche Navi di Pisa, ai musei del mare di Sciacca e Licata.
A gennaio 2018, inoltre, il Museo Navigante alzerà le vele e salperà, rappresentato dalla goletta Oloferne (23 m), per una navigazione dall'Adriatico al Tirreno con tappe in tutte le regioni costiere italiane per arrivare a marzo nel porto francese di Séte in occasione della festa delle tradizioni marittime “Escale a Sète”.


--> link <--

Nessun commento

"Volvo Ocean Race": parte la terza tappa

Sono i mari del Sud la prossima sfida che attende i sette Vor 65 impegnati nella Volvo Ocean Race, il giro del mondo in equipaggio. La terza tappa salpa il 10 dicembre da Città del Capo, in Sudafrica, per approdare a Melbourne, Australia, dopo 6.500 miglia nell'oceano Indiano. Si tratta di uno dei tratti più difficili del percorso, che quest'anno è stato spostato ancora più a Sud fino a lambire i confini del mare Antartico caratterizzato da frequenti e improvvise burrasche con onde alte e ripide che imprimeranno anche una maggiore velocità alle barche. Tatticamente sarà importante agganciare la zona di bassa pressione per sfruttare le forti brezze meridionali, evitando però il troppo vento che potrebbe danneggiare l'attrezzatura. Una tappa impegnativa fino alle ultime miglia, considerando che in prossimità delle coste australiane c'è da affrontare l'attraversamento dell'insidioso Stretto di Bass. Per puntare alla vittoria i team dovranno trovare quindi il giusto equilibrio tra tattica e resistenza fisica, la posta in palio è infatti alta anche ai fini della classifica generale, considerando che verrà assegnato un punteggio doppio rispetto alle prime due tappe.

La partenza sarà preceduta l'8 dicembre dalle In-Port Race, regate di flotta su percorsi tra le boe che vengono disputate in ogni città di arrivo. Dopo le prime due prove la classifica generale vede nell'ordine Mapfre (14 punti), Vestas 11th Hour Racing (13), Dongfeng Race Team (11), AkzoNobel (7), Team Brunel (6), Sun HungKai Allywag (5) e Turn the Tide on Plastic (2). La Volvo Ocean Race 2017-2018 è salpata il 22 ottobre 2017 da Alicante, Spagna, e si concluderà dopo 11 tappe a L'Aia (Le Hague), in Olanda.


--> link <--

Nessun commento

Golden Globe Race 2018 la Francia blocca tutto

Il Golden Globe 2018 non può partire dalla Francia perché la regata non offre le necessarie garanzie di sicurezza. La Federazione Francese della Vela con un comunicato diffuso il 4 dicembre mette nei guai Don McIntyre, organizzatore della regata “anniversario” organizzata per celebrare i 50 anni del primo giro del mondo in solitario senza scalo, la regata-mito del 1968 alla quale parteciparono molti pionieri della vela oceanica tra i quali Bernard Moitessier e Robin Knox-Johnston. Un evento che sarebbe dovuto salpare da Plymouth, in Inghilterra,  ma che a causa della mancanza di sponsor era stato spostato in Francia, a Les Sables d'Olonne, con partenza il 1° luglio 2018.

Per la Federazione Francese della Vela, però, questa competizione, che prevede il giro del mondo in solitario senza assistenza su barche di serie simili a quelle della prima edizione (scafi a chiglia lunga) e con le stesse strumentazioni (niente radar e gps, ma solo bussola e sestante) sarebbe troppo rischiosa e non rispetterebbe né i regolamenti di sicurezza francesi, né quelli internazionali delle gare d'altura (Offshore Special Regulation). Da qui lo stop dell'autorizzazione, necessaria per effettuare qualsiasi manifestazione nautica in acque francesi.

«Abbiamo aperto una trattativa con la FFV – ha replicato McIntyre– e abbiamo già modificato alcuni elementi critici delle Regole; stiamo inoltre lavorando duramente per accogliere tutti i loro suggerimenti. Abbiamo un incontro con l'FFV per il 14 dicembre per discutere di questi problemi quindi non riesco a capire perché la FFV abbia reso pubblica questa decisione prima di quella riunione».
Alla Golden Globe Race 2018 possono partecipare un massimo di 30 navigatori e attualmente gli iscritti sono 25, tra i quali l'italiano Francesco  Cappelletti.
 


--> link <--

Nessun commento

“Star Sailors League” finale al via alle Bahamas

Salpano il 5 dicembre le finali dello “Star Sailors League”, circuito internazionale di regate a bordo dell'ex classe olimpica Star. L'appuntamento conclusivo quest'anno si svolge a Nassau nelle Bahamas prevede quattro giorni di prove per tutti, a cui seguono le fasi eliminatorie che ridurranno la flotta a 4 finalisti che si disputeranno la vittoria. In acqua ci sono 25 equipaggi, con al timone  i dieci migliori skipper della classifica Star Sailors League e 15 velisti “Vip”, invitati a gareggiare per i risultati ottenuti in altre classi veliche; tra questi ci sono Franck Cammas, Loick Peyron, Paul Cayard, Torbel Grael e Robert Scheidt. Per l'Italia ci sono in acqua due euipaggi composti da Diego Negri, numero 2 della classifica mondiale SSL, in coppia con Sergio Lambertenghi, e da Francesco Bruni, ex olimpionico Laser, 49er e Star, e protagonista in due campagne di “Coppa America” con “Luna Rossa”, che gareggia con il prodiere Nando Calaninno. Presente anche Edoardo Natucci,  quinto velista azzurro in gara con il timoniere statunitense George Szabo.

Il gruppo di velisti internazionali pronti a mettersi in gioco su questa regata dimostra la passione per questa classe, che sepur eliminata dal circuito olimpico è ancora considerata tra le più belle e tecniche al mondo. Passione alimentata anche da un formula orginale, ispirata dal circuito di Atp del tennis, che dal 2013 raccoglie in un'unica classifica mondiale i risultati di oltre 220 eventi internazionali dedicati alla Star: un unicum nel panorama velico che rende la “Star Sailors League” anche una regata ricca con un primo premio in denaro di 200.000 dollari. 


--> link <--

Nessun commento

“Star Sailors League” alle Bahamas sfida di stelle

Salpano il 5 dicembre le finali della “Star Sailors League”, circuito internazionale di regate dedicate all'ex classe olimpica Star. L'appuntamento conclusivo si svolge a Nassau, nelle Bahamas, e prevede quattro giorni di prove, a cui seguono le fasi eliminatorie che ridurranno la flotta a 4 finalisti. In acqua ci sono 25 equipaggi, tra i quali i dieci migliori skipper della classifica Star Sailors League e 15 velisti “Vip”, invitati a gareggiare per i risultati ottenuti in altre classi veliche; personaggi del calibro di Franck Cammas, Loick Peyron, Paul Cayard, Torbel Grael e Robert Scheidt. Per l'Italia ci sono due equipaggi composti da Diego Negri, numero 2 della classifica mondiale SSL, in coppia con Sergio Lambertenghi, e da Francesco Bruni (ex olimpionico Laser, 49er e Star, e protagonista in due campagne di “Coppa America” con “Luna Rossa”) che gareggia con il prodiere Nando Colaninno. Presente anche Edoardo Natucci, quinto velista azzurro in gara con il timoniere statunitense George Szabo.

Il folto gruppo di fuoriclasse pronto a mettersi in gioco in questa regata dimostra la passione per questa classe, che sepur eliminata dal circuito olimpico è ancora considerata tra le più belle e tecniche al mondo. Passione alimentata anche da un formula orginale, ispirata dal circuito di Atp del tennis, che dal 2013 raccoglie in un'unica classifica mondiale i risultati di oltre 220 eventi internazionali dedicati alla Star: un unicum nel panorama velico che rende la “Star Sailors League” anche una gara "ricca", con un primo premio di 200.000 dollari. 


--> link <--

Nessun commento