Archivio della categoria Bolina news

Vele Imperiali è ora un ebook!

Lo yachting ebbe origine in Olanda, paese che nel XVII secolo costituiva la maggiore potenza marittima mondiale. Fu lì, nel corso di un esilio che durò 14 anni, che Carlo II Stuart, re d’Inghilterra, Scozia, Irlanda e Francia, sviluppò le sue competenze nautiche. Una passione contagiosa la sua, che nei decenni a seguire diede impulso alla nascita dei primi yacht club, non solo Oltremanica e nell’Europa settentrionale, ma anche in quella centrale.

Qui, tra il 1800 e il 1900, presero forma veri e propri purosangue da regata disegnati dai più eminenti progettisti dell’epoca, come Arthur Payne, Charles Sibbick, Max Oertz, Johan Anker e William Fife. I loro committenti erano nobili e illustri esponenti dell’aristocrazia finanziaria che trovarono accoglienza nel K.u.K. Yacht-Geschwader, lo yacht club sorto a Pola, sotto l’e- gida di Francesco Giuseppe I, imperatore d’Austria e re d’Ungheria. Canoe a vela, scow, jolle, cutter, ketch, schooner, lugger, yawl, Stazze Internazionali di 6 e 8 metri, arrivarono così ad affollare il Mar Adriatico in agguerrite regate di circolo.

Lo scoppio della Prima Guerra Mondiale mise fine all’incanto disperdendo la flotta del circolo austro-ungarico e facendo cadere nell’oblio la sua storia. Un capitolo dimenticato della cultura nautica europea che al termine di una appassionata ricerca, Giulio Stagni riporta in vita col tratto magistrale dei suoi disegni.


--> link <--

Nessun commento

La "222 MiniSolo" pronta a salpare

La classe dei Mini 650, quella dei piccoli bolidi oceanici, torna in gara venerdì 28 aprile nella “222 MiniSolo”,  la regata con partenza e arrivo a Genova che tocca le isole liguri, corse e toscane. Si tratta della seconda edizione della regata che costituisce anche il terzo e ultimo appuntamento con il Campionato Italiano della Classe Mini. Schierati al via ci sono 16 barche, 12 nella categoria Serie e 4 Proto; tra quest'ultimi in gara ci sono Andrea Fornaro, mattatore nelle precedenti regate, Matteo Rusticali, lo svizzero  Marcel Schwagr e il debuttante Luca Rosetti. Nei Serie tra gli altri a scendere in acqua ci sono Federico Cuciuc, Francesco Renella, Emanuele Grassi e Davide Lusso. Il percorso della gara è un mix di itinerario costiero e d'altura: 220 miglia con un primo tratto tra Genova e l'isola Bergeggi per poi puntare sulla Corsica (Giraglia), scendere ancora verso l'isola Capraia per poi risalire in volataverso la boa posta di fronte a San Fruttuoso e infine tagliare il traguardo a Voltri. La regata è organizzata dal Circolo Nautico Marina Genova Aeroporto e può essere seguita con il traking online in diretta dalle ore 12.


--> link <--

Nessun commento

Blog. Rodolfo Foschi: I legni per gli arredi della barca

Nel laborioso concretizzarsi della barca, arriva il momento di pensare agli arredi. Il problema è semplice per le costruzioni industriali in cui gli interni cono costituiti dalle controstampate di vetroresina. Diverso è per scafi artigianali, o autocostruiti, dove ogni componente è un pezzo unico (continua).


--> link <--

Nessun commento

Blog. Giancarlo Basile: La randa square Top

Da qualche anno si vanno diffondendo, specialmente sulle barche da regata, le rande “square top”, ossia non più triangolari con la balumina più o meno allunata, ma con quello che era l’ angolo di penna diventato un segmento rettilineo in genere orizzontale alquanto lungo che, a parità di lunghezza d’ albero e di boma delle rande normali, ne aumenta parecchio la superficie. (continua)


--> link <--

Nessun commento

Una settimana di regate all’Accademia Navale

Oltre dieci giorni dedicati alla vela e al mare quelli che vanno dal 22 aprile al 1° maggio a Livorno in occasione della "Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno". L'evento che nasce sull'eredita della “Regata del Centenario”, con cui nel 1981 si festeggiò il secolo di attività della prestigiosa scuola che prepara gli ufficiali della Marina Militare Italiana, oggi ha lo scopo di promuovere e rinsaldare lo storico rapporto tra l'Accademia e la città toscana. Il fitto programma di regate coinvolge dieci classi veliche divise nelle flotte Irc e Orc, i monotipi J24 e le derive Tridente 16, L'Equipe, Laser Bug e Windsurf a cui si uniscono le classi paralimpiche 2.4M e Martin 16. Sono attesi circa 550 velisti che gareggeranno su 120 imbarcazioni.

Per le barche d'altura Irc e Orc è prevista una prova di 115 miglia sul percorso Livorno – Gorgona- Baratti – Gorgona – Livorno che si articola in due giorni con il “Trofeo dei 4 Mori” e “Trofeo San Jacopo”. Per gli allievi ufficiali delle Marine provenienti da tutto il mondo è in programma la "Regata delle Accademie Navali" con sfide a gruppi di 7 sui monotipi Tridente 16. Per i più giovani invece sono previste regate nelle classi Laser Bug, L’Equipe, Windsurf Under 12 e il concorso "Il Mare, Le Vele" aperto agli studenti delle scuole secondarie e primarie. Prevista anche una gara per i modellini radiocomandati Marblehead. Per tutto il periodo della manifestazione il comune di Livorno ha organizzato una serie di manifestazioni con eventi sportivi, concerti di musica jazz e pop e visite ai musei cittadini e all'acquario.
 


--> link <--

Nessun commento