Archivio della categoria Giovanni Soldini

Maserati Multi 70 allineato con Argo e PowerPlay a Ovest di Guadalupa

Alle 21.45 UTC Maserati Multi 70 naviga fianco a fianco con Argo e PowerPlay a Ovest di Guadalupa, dove il vento è molto debole.

I due MOD 70 hanno raggiunto l’isola intorno alle 20 UTC ma hanno rallentato improvvisamente per il calo di vento. Il trimarano italiano ha potuto raggiungere i suoi rivali e naviga a 9.6 nodi, mentre Argo e PowerPlay proseguono a meno di un nodo di velocità.

Guadalupa è l’isola più a Sud del percorso della regata: da lì la flotta farà rotta verso Nord, verso l’ultima boa al largo di Barbuda prima di dirigersi verso il traguardo ad Antigua.

 

Nessun commento

Maserati Multi 70 a nord di Saint Martin

Il Team di Maserati Multi 70 ha raggiunto Saint Martin, l’isola più a Nord del percorso di 600 miglia della regata. Dopo aver superato l’isola, il trimarano italiano si dirigerà verso Sud, verso Guadalupa.

Alle 14 UTC, Maserati Multi 70 si trova all’inseguimento dei suoi due diretti concorrenti che hanno superato l’isola: PowerPlay, in prima posizione, prosegue a una velocità di 16.6 nodi, seguito a 3 miglia di distanza da Argo, a 16.9 nodi. Maserati Multi 70, 16 miglia dietro al trimarano americano, avanza a 15.3 nodi.

La regata è ancora lunga: il trimarano inglese al comando della flotta deve ancora percorrere 371 miglia prima di raggiungere il traguardo ad Antigua.

 

Foto ©Ted Martin

Nessun commento

Maserati Multi 70 e i due MOD 70 al comando della flotta

Alle 8.30 UTC tre trimarani di 70 piedi proseguono verso Saint Barth al comando della flotta di 73 imbarcazioni partite ieri da Fort Charlotte per la RORC Caribbean 600, a meno di 5 miglia di distanza l’uno dall’altro.

Argo, PowerPlay e Maserati Multi 70 avevano raggiunto insieme la boa al largo di Barbuda, intorno alle 20 UTC di ieri, dove il vento già leggero è calato ulteriormente. Argo e PowerPlay sono riusciti a sfruttare una leggera raffica per superare la boa e proseguire, mentre il trimarano italiano è rimasto bloccato senza vento per un’ora, insieme al maxi trimarano di 80 piedi Ultim’Emotion 2.

Durante le ore successive, tuttavia, Giovanni Soldini e il suo Team sono riusciti a recuperare i loro avversari, raggiungendoli intorno alle 4 UTC a Ovest dell’isola di Saint Kitts.

Dopo 17 ore dalla partenza, alle 8.30 UTC, PowerPlay naviga al primo posto a 15,7 nodi, a 447 miglia dal traguardo, seguito dopo circa 3 miglia da Maserati Multi 70 e Argo, quasi allineati, rispettivamente a 11.1 e 12.3 nodi.

La regata si annuncia combattuta fino alla fine: il vento leggero cala ulteriormente vicino alle isole, rendendo i passaggi molto complessi.

Foto ©Ted Martin

Nessun commento

Maserati Multi 70 alle prese con venti deboli a Barbuda

Alle 16.30 ora locale (20.30 UTC, 21.30 ora italiana), a 5 ore dalla partenza della 12a edizione della RORC Caribbean 600, Maserati Multi 70 e i suoi concorrenti hanno raggiunto la boa al largo di Barbuda, da cui dovranno fare rotta verso Sud-Ovest per raggiungere l’isola di Nevis.

I tre trimarani di 70 piedi hanno preso subito il comando della flotta di imbarcazioni partite da Antigua per la regata, ma procedono lentamente, a causa del vento debole che soffia tra le isole, con meno di 5 miglia l’uno dall’altro: Argo, in prima posizione, procede a 5.1 nodi di velocità, seguito da PowerPlay a 7.6 nodi, e da Maserati Multi 70 a 2.5 nodi.

Foto ©Ted Martin

Nessun commento

Maserati Multi 70 e Giovanni Soldini sono partiti per la RORC Caribbean 600

Giovanni Soldini e Maserati Multi 70 sono partiti oggi, alle 11.30 ora locale (15.30 UTC, 16.30 ora italiana), da Fort Charlotte, Antigua, per la 12a edizione della RORC Caribbean 600, una delle regate d’altura più attese dell’anno. Allineati sulla starting line, insieme a Maserati Multi 70, altre 7 imbarcazioni, tra cui i diretti rivali del trimarano italiano: l’americano Argo e l’inglese PowerPlay.

Al segnale di partenza, con vento tra 6 e 8 nodi da Sud-Sud-Ovest, i tre 70 piedi hanno preso il comando della flotta di multiscafi: Maserati Multi 70 ha tagliato la linea di partenza subito dopo i due MOD 70. Pochi minuti dopo il trimarano italiano fa rotta verso Nord-Est, conquistando il primo posto, mentre Argo e PowerPlay proseguono verso Sud-Est, allontanandosi dalla costa di Antigua.

Giovanni Soldini, poco prima di mollare gli ormeggi, ha raccontato: “Per quasi tutto il percorso sono previsti venti deboli, tra i 10 e i 14 nodi, per cui non sarà una regata facile per noi. Maserati Multi 70, a causa dei foil e dei timoni a T, ha una superficie bagnata più ampia di quella dei nostri competitor in assetto MOD, quindi saremo svantaggiati in queste condizioni, ma il trimarano è in grande forma e noi faremo del nostro meglio come sempre!”

La regata, organizzata dal Royal Ocean Racing Club, ha attirato per questa edizione 74 iscritti provenienti da più di 20 nazioni diverse, divisi in 8 classi. A bordo dei diretti rivali di Maserati Multi 70, entrambi in assetto MOD, gareggiano due equipaggi molto esperti: Brian Thompson e Franck Cammas navigano a bordo di Argo, Loick Peyron su PowerPlay. Nella stessa classe altri tre trimarani – l’80 piedi Ultim’Emotion 2, il 63 piedi Shockwave, e il 60 piedi Ineffable – e due catamarani – il 53 piedi Fujin e il 78 piedi Allegra.

Il percorso della regata, lungo 600 miglia, è molto vario, richiede molte manovre ed è caratterizzato da venti e correnti che cambiano spesso direzione, rendendo la competizione particolarmente interessante e impegnativa. Le imbarcazioni iscritte alla regata sono partite da Antigua verso Nord fino a Saint Martin, dopo aver superato le isole di Barbuda, Nevis e Saint Barth. Doppiata l’isola si dirigeranno a Sud fino a Guadalupa, da cui torneranno verso il traguardo, sempre ad Antigua, passando dall’isola di Bermuda.

A bordo di Maserati Multi 70, Giovanni Soldini è accompagnato da un rodato equipaggio di 6 velisti: gli italiani Guido Broggi (randista), Nico Malingri e Matteo Soldini (entrambi grinder e tailer), gli spagnoli Carlos Hernandez Robayna (tailer) e Oliver Herrera Perez (prodiere) e il francese Ronan Cointo (tattico).

Il record di velocità della regata, di 1 giorno, 6 ore e 49 minuti, appartiene a Giovanni Soldini, fissato nel 2019 a bordo di Maserati Multi 70.

 

Foto ©Ted Martin

Nessun commento